Progettazione recupero sottotetti

progettazione recupero sottotetti La progettazione per il recupero sottotetti fa parte di quegli interventi sul patrimonio edilizio esistente tesi anche alla tutela del suolo.

Le diversità tra regione e regione rendono eterogenee le regole applicabili sul territorio. Per tutte le regioni vale però la detrazione del 50% sull'imposta IRPEF per gli interventi di ristrutturazione edilizia. L'intervento di progettazione per il recupero sottotetti è fattibile in tutte le regioni con variazioni da regione a regione sulla base delle leggi varate dalle amministrazioni regionali che negli anni hanno perfezionato la normativa in riferimento a questo genere di intervento.

Se quindi l'intenzione è quella di sistemare il sottotetto della propria abitazione innanzitutto bisognerà leggersi con cura la legge regionale che fa riferimento all'intervento ed in taluni casi anche le leggi del Comune di riferimento. In molti casi infatti si delega direttamente ai Comuni, in altri no, bisognerà pertanto prestare la massima attenzione.

Condizioni per la progettazione recupero sottotetti

Nell'ambito del recupero sottotetti esistono delle condizioni generali valevoli su tutto il territorio nazionale quali ad esempio:

  • la necessità di dimostrare che il fabbricato sia già esistente, e che quindi la casa non è nuova. Si tratta quindi di limiti di tempo vicini negli anni anche se in taluni casi la normativa permette l'accesso al recupero del sottotetto anche per le abitazioni più datate;
  • il sottotetto per essere abitabile deve raggiungere, in regioni quali ad esempio il Molise e la Calabria, l'altezza minima di 2,20 m. Nelle altre regioni invece occorreranno più centimetri. In Lombardia m 2,40. Per le case in campagna invece le altezze interne possono essere anche minori. In generale si può applicare, dove possibile, il Piano Casa con i suoi bonus volumetrici come via per ottenere le altezze necessarie al recupero del sottotetto;
  • la mansarda deve essere un ambiente ben illuminato, arieggiato secondo un preciso rapporto che si calcola considerando superfici vetrate e pavimento. Il rapporto deve essere di 1 a 8.
  • ultima condizione fondamentale è data dalla destinazione d'uso del sottotetto recuperato. Potrà essere adibito ad abitazione ma non ad un ufficio né tanto meno ad un negozio, anche se alcune regioni, come ad esempio il Piemonte, ammettono anche l'uso ricettivo.


In sostanza non si può intervenire su tutti i fabbricati ed è importante ricordare che molte volte il recupero sottotetti è inserito nei Piani casa regionali, quindi vanno consultati anche quest'ultimi.

Contattaci!

Richiedi ora un preventivo!

Alcuni dei nostri lavori