Sismabonus


Riqualificazione edifici: sgravi fiscali e cessione del credito

La finanziaria 2017 ha istituito la cessione del credito attraverso interventi virtuosi denominati Ecobonus e Sismabonus, con sgravi fiscali del 70 e 80 / 85% rispettivamente.

Effettuando il miglioramento sismico (Sismabonus) tutte le opere eseguite vanno a sgravio fiscale 85% per recupero di 2 classi sismiche (80% 1 classe). Il Sismabonus è ammesso nelle zone sismiche 1, 2 e 3.

Cessione del credito significa attualizzare il credito fiscale e usarlo per pagare l’Impresa. Indipendentemente dal reddito (capienza) dei soggetti cedenti (Condomini).

Attenzione: SCADE IL 31/12/2021

Concetto di manutenzione 2017-2021

Grazie alla premialità dei Bonus, conti alla mano, il rifacimento facciata vecchio stile costa più o meno al Condomino quanto rifare la facciata con Ecobonus (cappotto) e Sismabonus (miglioramento sismico).

Vedi prospetto confronto costi allegato.

 

Miglioramento sismico

Tema sempre più presente nei pensieri degli italiani dopo le recenti raffiche di terremoti che hanno provocato disastri e messo al tappeto il tessuto sociale di ampie parti dell'italico territorio anche in zone classificate come a basso rischio sismico come l’Emilia Romagna, il cui terremoto del 2012 ha provocato vittime e devastazione.

Cosa possiamo fare?

Assolutamente nulla sul fronte previsionale nonostante i miracoli della scienza e tecnologia moderna.

Possiamo invece difenderci sul fronte interno, cioè aumentando la capacità o resistenza sismica dell'involucro che racchiude la casa di ciascuno di noi. Non va dimenticato che la casa racchiude i nostri affetti più cari e i nostri ricordi, tangibili e non, che vanno distrutti e persi irrimediabilmente in caso di crollo.

Come possiamo fare?

Vi sono nazioni (p.es. Nuova Zelanda) che a seguito di durissime lezioni hanno capito che l'unica via sostenibile è difendersi dal sisma. Quindi hanno molto investito sulla ricerca sperimentale, mettendo a nudo i tipici punti deboli delle varie tipologie strutturali e testando e ritestando i rimedi in oltre 20 anni di prove sperimentali su porzioni di edifici.

Per esempio, per edifici in c.a. rinforzando specifici nodi travi / pilastro esterni.

Questa metodologia di intervento consegue notevoli miglioramenti di capacità sismica (recupero 2 - 4 classi sismiche) senza bisogno di entrare negli alloggi privati. Si lavora all'interno dello spessore del muro perimetrale.

 

Vantaggi del Sismabonus

Cap 1 - Personali / Sociali

  1. restando comodamente seduto sul divano di casa tua - no albergo -
  2. casa molto più sicura
  3. casa esteticamente appagante e dall’appeal rigenerato
  4. vite tua e familiari salvaguardate
  5. futuro sereno
  6. moglie e figli plaudenti
  7. invidia del vicinato

Cap 2 - Patrimoniali / Economici

  • detrazione fiscale pari al 80 - 85% con cessione del credito
  • attività e patrimonio salvaguardati
  • aumento valore casa del 30% (indagine CRESME allegata)
  • forte accentuazione commerciabilità casa
  • no danni a cose/persone per caduta calcinacci
  • no sprechi per interventi tampone di manutenzione straordinaria
  • dilazionabile alle seguenti condizioni:
    • finanziamento 100% lavori IVA compresa   
    • finanziamento senza ipoteca e senza garanzia fidejussoria
    • rimborso fino a 10 anni         
    • possibilità fondo di solidarietà
  • recupero classi sismiche
  • assicurazione fabbricati terremoto - dal 01/01/2018
    • premio garanzia 100% a sgravio fiscale
    • danni catastrofali rimborsati in ragione di:
      • 50% valore con franchigia 5%
      • 70% valore con franchigia 10%
      • durata evento sismico 72 ore (unico evento per più scosse)

Cap 3 - Energetici / Ecologici

  1. comfort abitativo molto migliore sia estivo che invernale
  2. risparmio energetico invernale (riscaldamento) ed estivo (condizionamento )
  3. riduzione potenza generatori di calore
  4. eliminazione sprechi per mancata regolazione (basta aprire le finestre)
  5. attestato prestazione energetica - APE - per ogni casa validità 10 anni
  6. recupero classi energetiche

Cap 4 - Futuro

Entro non molto tempo gli edifici non migliorati sismicamente saranno:

  1. poco appetibili
  2. il loro valore diminuirà drasticamente
  3. premi assicurativi via via sempre più elevati
  4. in futuro lo stato non ricostruirà / riparerà gli edifici privati, come già avviene negli altri stati (... e in Italia, vedi l’Aquila)

 

Sismabonus: come si procede

Fattibilità 

La scrivente ha messo a punto dei sistemi “semplificati” per effettuare la valutazione di fattibilità preventiva a basso costo.

Elementi da indagare sono:

  • epoca di costruzione
  • suolo di fondazione
  • morfologia e destinazione d’uso
  • tipologia e materiali strutturali (indagini sui calcestruzzi + spessore cappa solai)
  • analisi sismica semplificata (ove il progetto strutture non fosse reperibile le strutture vanno rilevate e ricalcolate con le norme dell’epoca di costruzione)

Operatività

Confermata la fattibilità, si procede alla redazione ed emissione del  prospetto costi presunti calcolati ad hoc per il fabbricato in esame, similmente a quello allegato. Costi omnicomprensivi (opere, spese tecniche ed IVA).

Detti costi, seppur di stima, sono più che sufficienti per validare il percorso tecnico / economico più vantaggioso per il Condominio.

Il prospetto contiene inoltre la stima degli sgravi fiscali e della cessione di credito, così da indicare i costi residui finali a carico del Condominio.

 

Step operativi per emissione del Sismabonus

  1. offerta redazione capitolato e progetto miglioramento sismico
  2. assemblea condominiale per delibera incarico punto 1
  3. redazione capitolato e progetto miglioramento sismico
  4. offerte Imprese
  5. offerte cessione di credito
  6. offerte spese tecniche
  7. assemblea condominiale per delibera lavori e scelta impresa, professionisti, acquirente credito e adempimenti per cessione
  8. contratti, pratica edilizia e cessioni di credito singoli Condomini
  9. esecuzione lavori
  10. raccolta documentazione giustificativa di tutta l’operatività progettuale, di cantiere, certificati materiali, relazioni finali e collaudi
  11. trasmissione di tutta la documentazione all’acquirente del credito fiscale

 

L’Amministratore Condominiale, quale “Custode del Bene Comune con Mandato di Rappresentanza” deve comunicare l’opportunità del Sismabonus in Assemblea, cosicchè il Condomino informato possa decidere se coglierla o meno.

Per approfondimenti: www.soluzionesisma.it

 

sismabonus: porfidia

Contattaci!

Richiedi ora un preventivo!

Alcuni dei nostri lavori